Politica

Amministrative Napoli, Casillo e Topo isolano Sarracino. Il guaio di Manfredi si chiama PD

Caos nel PD. A qualche giorno dalla presentazione delle liste  per le Amministrative a Napoli, Gaetano Manfredi dovrebbe fare i conti con gli avversari interni ed esterni. Non sono poche le fronde nate e cresciute all’interno del partito stesso. Il partito di Enrico Letta a Napoli non è per nulla saldo e compatto, anzi. A quanto pare dopo l’uscita di Toti Lange ( e quindi di Giancluca Daniele) nel Pd si è aperta una voragine attorno a Marco Sarracino.

 

L’ala più a sinistra del partito lo ha abbandonato lasciando quindi tutto o in parte in mano ai centristi Mario Casillo e Raffaele Topo. Una sorta di scontro che si traduce su vari fronti, tra questi le Municipalità ( mai come quest’anno tutti i partiti delle coalizioni stanno giocando proprio sulle Municipalità). Una delle lotte anche è sulla VI ( Barra San Giovanni Ponticelli) dove il Presidente Uscente e da riconfermare è Salvatore Boggia, area e persona vicinissima a Mario Casillo. Quest’anno la volontà di Marco Sarracino, secondo rumors, sarebbe quella di strapparla al Consigliere Regionale piazzando una sua persona, una donna. La situazione ora si complica.

A questo punto sarebbe interessante anche conoscere poi i rapporti, a Napoli, con il Movimento 5 Stelle se l’ala più centrista cerca di mollare quella più a sinistra.