Politica

Uccisa mentre prendeva il sole: la confessione: “Ho portato un pezzo di corpo”

Uccisa sul Piave, dalle indagini emergono particolari choc sul killer. Fabrizio Biscaro, l’uomo che due giorni fa ha ucciso la 35enne Elisa Campeol che stava prendendo il sole sul greto del Piave, quando si è presentato ai Carabinieri per costituirsi aveva con sé, oltre al coltello insanguinato, anche il lobo di un orecchio staccato alla stessa Elisa.

 

Un particolare macabro, riportato dalla Tribuna di Treviso e confermato all’ANSA da fonti investigative.

 

Intanto si attende ancora la fissazione dell’interrogatorio di garanzia nei confronti del 34enne omicida, rinchiuso nel carcere di Treviso.

 

Nel primo interrogatorio davanti al pm, l’indagato avrebbe ammesso di «aver scelto a caso» la sua vittima, sotto l’impeto del desiderio di «far male a qualcuno» quella mattina.

 

La donna è stata raggiunta da circa una ventina di colpi, i più gravi dei quali alla schiena e ad un fianco. Un omicidio brutale, con la povera Elisa scelta come vittima della «rabbia da sfogare» di Biscaro.