Cronaca

Tragedia in famiglia, bimba di 7 anni annega nella piscina di casa

Una bambina di sette anni è morta nel pomeriggio mentre si trovava in una piscina gonfiabile nella sua abitazione, nei pressi di Castiglione del Lago, nella frazione di Panicarola, in provincia di Perugia.

 

A dare l’allarme sono stati i genitori e sul posto i sanitari del 118 hanno tentato a lungo di rianimarla.

Nella piscina c’erano meno di 40 centimetri di acqua. In base alle prime ipotesi – riferiscono fonti sanitarie – la bimba potrebbe avere avuto un malore.

 

Leggi anche

Sono invece 13 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 7. I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.272.163, i morti 127.788. I dimessi ed i guariti sono invece 4.103.949, con un incremento di 1.529 rispetto a ieri. Le persone in isolamento domiciliare: sono 39.119 (-667).

 

In Italia gli attualmente positivi al Covid: sono 40.426, calo di 655 unità nelle ultime 24 ore. Sono 73.571 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 143.332.

 

Il tasso di positività è dello 1,21%, in aumento rispetto allo 0,97% di ieri. Sono 158 i pazienti in terapia intensiva per il Covid in Italia: tre in meno nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 4 (ieri erano stati 6). Ma i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari, seppure di poco, tornano a salire: sono 1.149, in aumento di 15 unità rispetto a ieri.

Speranza, caroselli? Norme ci sono, vanno rispettate – “Io chiedo sempre la massima attenzione, ci sono delle norme chiare, queste norme vanno rispettate, la mascherina è obbligatoria al chiuso, all’aperto quando ci sono rischi di assembramenti e di non poter mantenere la distanza, la mascherina va mantenuta. Io chiedo a tutti di fare ogni sforzo per rispettare questa impostazione”.

 

Lo dice il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine di una visita al Gemelli, rispondendo alla domanda se preoccupano caroselli e assembramenti dei festeggiamenti per la vittoria italiana agli Europei.

 

“Com’è noto settimanalmente noi monitoriamo tutti i dati, ci aspettavamo una risalita, questa risalita è in corso con numeri più bassi del passato, come abbiamo sempre fatto ci affideremo alla nostra squadra di tecnici che continueranno a fare questo lavoro di verifica, vediamo passo dopo passo come le cose vanno avanti, quello che è certo è che la vera arma per chiudere questa stagione è la campagna di vaccinazione, dobbiamo insistere sulla vaccinazione”, risponde Speranza alla domanda se potrebbero essere allo studio nuove misure restrittive dopo l’aumento dell’Rt e della diffusione delle varianti.

 

 

“Sono tutte valutazioni in corso ma intanto voglio dire che in questo momento ci sono 26 milioni di italiani che hanno scaricato il green pass, è un dato straordinario”, sottolinea Speranza, rispondendo a una domanda sui problemi sorti con il green pass, dal momento che si ritiene che la somministrazione di una sola dose di vaccino copra solo al 30 per cento dalla variante Delta.