Politica

Cagliari, vincono Pd e M5S. Salvini e Meloni out

La candidata del centrosinistra Alessandra Todde ottiene il 45,3% delle preferenze (330.619 voti) e si appresta a diventare la prima donna a guidare l’amministrazione isolana. La conferma ufficiale ancora non c’è bisognerà attendere ancora diversi giorni: per ora, visti i numeri ufficiali, può fregiarsi del titolo di governatrice in pectore della Sardegna.

Il dato, infatti, è ancora parziale: è aggiornato alle 5 di questa mattina ed è riferito a 1822 sezioni su un totale di 1844. “Lo scrutinio delle rimanenti 22 sezioni elettorali (4 a Sassari, 2 a Sorso, 3 a Sestu, 2 a Bonarcado, 3 a Luras, 2 a Musei, 2 a Serdiana, 2 a Silius, 1 a San Gavino Monreale, 1 a Villasor), sarà completato, come previsto dagli uffici dei Tribunali dei rispettivi territori”, fa sapere la Regione in una nota.
Sempre sulla base dei dati caricati dai comuni nel sistema informativo elettorale regionale, lo sfidante del centrodestra Paolo Truzzu si è fermato al 45% (327.695 voti) con uno scarto di circa 3000 voti di differenza. Dietro restano Renato Soru con la Coalizione Sarda 63.021 voti a l’8,7%, e Lucia Chessa con 7.147 voti (1%).