Politica

Spaccatura totale tra Pd e De Luca: il post della discordia di Bruna Fiola contro l’assessore Fortini

Non bastava la crisi politica, ci voleva anche quella “istituzionale”. I rapporti tra il Partito Democratico e Vincenzo De Luca sono ormai rotti.
La tensione è tangibile e a corroborare il tutto ci sono anche i consiglieri regionali che fanno la loro parte. E’ il caso della consigliera Bruna Fiola che sulla sua pagina Facebook ha così tuonato contro l’assessore alle Politiche Sociali Lucia Fortini.
𝗧𝗢𝗧𝗔𝗟𝗘 𝗜𝗡𝗗𝗜𝗙𝗙𝗘𝗥𝗘𝗡𝗭𝗔 𝗗𝗘𝗟𝗟’𝗔𝗦𝗦𝗘𝗦𝗦𝗢𝗥𝗘 𝗔𝗟𝗟𝗘 𝗣𝗥𝗢𝗕𝗟𝗘𝗠𝗔𝗧𝗜𝗖𝗛𝗘 𝗥𝗘𝗟𝗔𝗧𝗜𝗩𝗘 𝗔𝗟𝗟𝗘 𝗣𝗢𝗟𝗜𝗧𝗜𝗖𝗛𝗘 𝗦𝗢𝗖𝗜𝗔𝗟𝗜 𝗘 𝗔𝗟 𝗪𝗘𝗟𝗙𝗔𝗥𝗘 𝗥𝗘𝗚𝗜𝗢𝗡𝗔𝗟𝗘
La condizione critica delle Politiche sociali in Campania risulta oggi aggravata dalla crisi conseguente alla pandemia in atto. È impossibile immaginare e approntare soluzioni efficaci senza il coinvolgimento pieno di tutti i soggetti istituzionalmente deputati. È per questo che avverto un grande disagio per la sistematica assenza dell’assessore Lucia Fortini alle audizioni e alle sedute tematiche che, in qualità di presidente della commissione Politiche Sociali del Consiglio regionale, sto svolgendo da diversi mesi a questa parte;
Come ha dichiarato più volte, l’assessore è pienamente consapevole della necessità di una vera e propria ricostruzione delle politiche sociali regionali, come recentemente affermato in un incontro con gli amministratori locali alla presenza del presidente De Luca. Nessun reale cambiamento è possibile senza un serio ed efficace intervento normativo che va costruito in Consiglio regionale dopo aver ascoltato chi, per lavoro o per incarichi istituzionali, opera nel settore e lo conosce a fondo;
Essendo finora rimaste inascoltate le mie richieste istituzionali alla collaborazione con il Consiglio, mi sento di rivolgere all’assessore Fortini un appello da cittadina e da madre: possiamo rendere un grande servizio ai cittadini della Campania. Non riesco a rimanere indifferente al grido di allarme sociale che ogni giorno mi arriva da tanti cittadini campani. Non perdiamo questa occasione e cerchiamo di lavorare insieme ad un progetto di riforma che venga incontro alle esigenze dei soggetti più fragili della nostra regione.