Politica

Valanga di voti per Falco e Lucarelli, i “Giornalisti Uniti” si riprendono l’Odg Campania

Vittoria schiacciante per il gruppo Giornalisti Uniti per la Campania alle elezioni per il nuovo Consiglio dell’Ordine Regionale. A vincere con un distacco importante l’ex Presidente Ottavio Lucarelli che, già eletto domenica 19 giugno, ha collezionato 667 voti, insieme a Titti Improta, 526 voti ( il quorum era 507 voti). Al ballottaggio, invece, che si è svolto il 25 giugno, a riprendersi il proprio posto tra gli scranni del Consiglio, sono stati Vincenzo Colimoro 461 voti e Marisa La Penna 514 voti: new entry per  Alfonso Pirozzi 544 voti. Prima dei non eletti Alessandra Malanga che con i suoi voti, ha comunque portato un risultato eccezionale per il gruppo dei giornalisti irpini e per se stessa che ha ottenuto un piccolo record: la collega è infatti l’unica dei giornalisti non napoletani ad aver collezionato un risultato così importante con 447 voti. Consolazione per il gruppo Contro Corrente che ha comunque ottenuto un consigliere, Gerardo Ausiello con 548 voti.

tutti i voti del ballottaggio

Gerardo Ausiello 548 ( 515 online + 33 in presenza)
Alfonso Pirozzi 544 ( 509 + 35)
Marisa La Penna 514 ( 473 + 41)
Enzo Colimoro 461 ( 427 + 34)
Alessandra Malanga 447 (prima dei non eletti) ( 37 + 410)
Fabrizio Cappella 397 ( 374 + 23)
Dario Sarnataro 369 (345 + 24)
Antonella Monaco 386 (363 +23)

I Pubblicisti

Per il consiglio dei Pubblicisti a stravincere è stato il recordman Domenico Falco con 1189 voti. Secondo posto per Salvatore Campitiello, con 1076 voti, erzo Massimiliano Musto con 994 voti.

Per i revisori dei conti  stati eletti i professionisti Francesco Marolda e Concita De Luca.

L’insediamento

Mercoledì alle 11 sarà convocato, dal commissario Gerardo Bombonato, il prossimo Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania. In quell’occasione lo stesso Bombonato proclamerà i nuovi membri, quindi l’insediamento dei nei consiglieri e l’elezione interna del Presidente, Vice Presidente, segretario e tesoriere.