Cronaca

Notte di paura a Ponticelli, Paipais: “Quanti morti dobbiamo aspettare ancora? Siamo abbandonati”

Notte di paura nel quartiere napoletano di Ponticelli, dove a distanza di poche ore sono state fatti esplodere due ordigni con il danneggiamento di alcune vetture.

Il primo episodio è avvenuto, poco dopo l’una, in via Virginia Woolf dove un ordigno è stato fatto esplodere sotto la vettura di una donna incensurata residente in zona.

Danneggiate anche altre vetture che erano parcheggiate poco distante. Il secondo è avvenuto, appena due ore dopo, in via Luca Pacioli. Sembra che un ordigno sia stato lanciato da una vettura in transito sul cavalcavia. Anche in questo caso ci sono delle auto danneggiate. Su entrambi gli episodi indaga la polizia.

Ad intervenire sui due episodi anche l’ex Presidente alla VIII Municipalità l’Ingegnere Apostolos Paipais, originario del quartiere a Est di Napoli: “Per una risposta da parte delle istituzioni dobbiamo aspettare altri morti? Quante bombe?”. Lo stesso Paipais qualche mese fa è stato protagonista di un intervento a Ponticelli proprio sulla sicurezza. “Un’ennesima vicenda che non deve far riflettere ancora su cosa bisogna fare ma capire quando agire con determinazione a questa escalation criminale che sta avvenendo in città e nelle periferie”. E poi ancora “A una guerra tra bande di camorra si aggiunge l’ esaltazione di baby gang che per affermare la “propria esistenza” sui territori agiscono con spietata crudeltà anche colpendo innocenti.
Cultura, lavoro e opportunità in territori complessi ma anche azioni forti da parte dello Stato soprattutto a sostegno di chi giornalmente combatte il sistema camorra”.