Apertura Cronaca locale

Prima il video in discoteca, poi lo schianto sull’asse mediano: addio a Giuseppe. Aveva 21 anni

Giuseppe Pagano

Nell’ultimo video pubblicato sui social è sorridente e spensierato come può esserlo un ragazzo di 21 anni che in discoteca balla con tre sue amiche. Una serata allegra mentre a Napoli, alle 2 del nuovo giorno, viene giù una pioggia torrenziale. Così quando Giuseppe Pagano sale in auto per tornare a casa a Giugliano con le tre amiche a bordo, la strada è come un fiume.

Giuseppe Pagano

Il telefono cellulare in tasca e la velocità non elevata, ma in un curva sull’Asse Mediano dopo Lago Patria la Fiat 500 ha perso aderenza e si è schiantata contro il guard rail e si è cappottata più volte. Giuseppe Pagano è morto subito. Per estratte sue passeggere dall’abitacolo della vettura sono intervenuti alcuni automobilisti di passaggio che hanno anche chiamato il 118.

La dinamica

La corsa in ospedale per loro, mentre la salma del ragazzo è rimasto in auto in attesa del magistrato di turno. Solo una ragazza rimane ricoverata con fratture plurime e una prognosi ancora riservata. A Giugliano è lutto. Il ventunenne aiutava il padre in una ditta di traslochi ed era molto conosciuto.

I messaggi

Scene di dolore e di disperazione che non voglio più rivedere sui volti di nessun altro genitore. Prego tutti i ragazzi di essere prudenti, non si può perdere la vita così – scrive in un post Carlo Capodanno, fratello del padre della vittima e fotoreporter freelance – lasciate che i telefonini nel momento della guida vengano messi da parte, i social i messaggi possono aspettare qualche minuto“.